L’augurio di manifestare quel che si è in modo spontaneo

Noi ci auguriamo che tutti voi riusciate sempre a pretendere dagli altri e da voi stessi soltanto ciò che siete in grado di dare. Certo, a volte potreste fare molto di più di quello che fate, tutti quanti, uno per uno…


A volte, a parole, smuovereste anche le montagne, ma poi, se osservate con una certa attenzione il vostro comportamento, vi renderete conto che restate quasi sempre nei limiti di quei binari che – come si diceva stasera – sono costituiti dalla vostra possibilità di comprensione.

Oh, senza dubbio, sotto la spinta di un impulso o di un sogno o di un’illusione forse potete anche illudervi di fare il grande gesto altruistico, ma questa è soltanto – il più delle volte – un’illusione dettata dal vostro Io che, con quell’azione, vuole mettersi in mostra.

Letture per l’interiore: ogni giorno, una lettura spirituale breve del Cerchio Ifior e del Cerchio Firenze 77, su Whatsapp e su Telegram.

Il vostro comportamento giusto, migliore, più utile – così come quello delle persone intorno a voi – è quello che fluisce senza porvi alcun problema.
Nel momento in cui ciò che fate, come vivete, come siete, come lo sentite, passa su di voi senza lasciarvi grosse tracce, significa che avete raggiunto in quelle occasioni, in quelle circostanze, delle comprensioni che non sono da voi più allontanabili, ma sono entrate talmente a far parte di voi che fluiscono in modo naturale senza provocarvi alcun intoppo, alcun inceppo.

Io vi auguro veramente con tutto il cuore di essere sempre più spontanei, sempre più capaci di manifestare ciò che siete veramente, sempre più capaci di togliervi quella scorza di ruvidità che usate così spesso per difendervi dagli altri, che siate quindi sempre più voi stessi nella vostra più bella e dolce realtà interiore.

Che la pace sia con tutti voi, figli nostri! Moti

La vostra candela
può essere accesa,
o può essere spenta,
soltanto da voi e da nessun altro.
Questo è per sempre.

Labrys


9 commenti su “L’augurio di manifestare quel che si è in modo spontaneo”

  1. Augurio migliore non può esserci. Aprirsi alla libera espressione di sé.
    Implica molte cose, in particolare liberarsi da quelli aspetti egoici che usiamo a nostra difesa e che ci fanno percepire separati.

    Rispondi
    • La vostra candela
      può essere accesa,
      o può essere spenta,
      soltanto da voi e da nessun altro.
      Questo è per sempre.

      In questi giorni viviamo le conseguenze della aver fatto, in buona parte, alimentare quella luce da altri e non da noi stessi… grazie Labrys

      Rispondi
  2. La simbologia del Natale è quella della luce venuta nel mondo come faro per l’umanità. Il nostro natale è la nascita alla nostra natura divina, così spesso dimenticata e fraintesa: portiamo noi in noi quella luce e ne siamo responsabili.
    Può una luce manifestarsi se tenuta chiusa in una dispensa?
    No, soffocherà; perché le mancherà l’ossigeno per bruciare.
    Così la nostra natura ha bisogno di aria, di libero fluire per non spegnersi.
    Grazie.

    Rispondi
  3. Moti, grazie infinite per le tue parole che portano chiarezza su come dovrebbero scorrere le nostre azioni : con semplicità, senza intoppi emotivi o mentali.

    Rispondi

Lascia un commento