La nascita di un individuo: la vibrazione prima orienta lo sviluppo [IF53-4focus]

L’argomento in sintesi
Agli indirizzi dati dal materiale genetico fornito dai genitori, che costituiscono uno “stampo” di base, si aggiunge la vibrazione prima la quale fornisce l’orientamento fondamentale per lo sviluppo dei veicoli di quell’incarnazione.

[…] Abbiamo il nostro piccolo nucleo di DNA, questo nucleo di DNA è formato da materia fisica, astrale e mentale, ogni porzione di materia fisica ha una sua quantità di vibrazione interna, d’altra parte il DNA stesso nei suoi comandi, nei suoi ricettori e in tutti i passaggi – attivazioni, disattivazioni e movimenti che avvengono al suo interno – è costituito principalmente da vibrazioni.

Se vibra e quando vibra e mentre vibra la parte fisica, contemporaneamente vi è una vibrazione anche nella parte astrale collegata alla materia fisica del DNA, giusto? Questa vibrazione astrale, a sua volta, aggiunge vibrazione all’atmosfera che circonda questa particella di Dna, ovviamente – di conseguenza – succede la stessa cosa per quello che riguarda la materia mentale. Ora questo a cosa porta?

Letture per l’interiore: ogni giorno, una lettura spirituale breve del Cerchio Ifior e del Cerchio Firenze 77, su Whatsapp e su Telegram.

Porta al costituirsi intorno al DNA di una massa di vibrazioni composita, che all’inizio ricorda molto da vicino le vibrazioni che appartengono al materiale genetico dei genitori.

[…] Ora voi capite che allorché ci troviamo di fronte a una massa complessa di vibrazioni come questa, perché anche se si parla di livello molto molto piccolo come materia, in realtà le vibrazioni che entrano in gioco sono molte e veramente complesse.
Per ottenere una modifica coerente delle vibrazioni e non una modifica casuale che porterebbe al caos delle cellule […] è necessario che intervenga un elemento che porti le vibrazioni presenti in questa porzione di corpo che si sta ingrandendo, verso quel determinato modo di moltiplicarsi che farà raggiungere la creazione di quel particolare corpo, presente nel Grande Disegno.

Questo porta ad alcuni problemi di partenza perché non può essere una vibrazione qualunque, non può essere una vibrazione che parte dall’akasico, ad esempio, dell’individualità legata a quel corpo che sta nascendo: non può essere perché l’individualità collegata all’akasico non ha compreso, quindi non ha sott’occhio la grandezza e la realtà del Grande Disegno.

Quindi non potrebbe intervenire in questa fase della creazione dell’individuo se non provocando dei grossi problemi col rischio di arrivare a quello che dicevo nel mio ultimo messaggio, cioè a una difformità tra la Realtà e l’Eterno Presente con conseguenze, poi, inarrestabili. Voi, certamente, mi insegnerete che vi è soltanto un elemento vibratorio a cui è possibile sia stato affidato il compito di mantenere l’ordine della materia per far sì che si costituisca il Grande Disegno, e questo elemento non può essere che la vibrazione prima.

Ecco, quindi, che la vibrazione prima interviene in questa massa vibratoria, in questa atmosfera vibratoria che circonda questa porzione di corpo che si va formando e impartisce le direttive, dà, a sua volta, una sorta di imprinting a questa massa vibratoria indicando la strada che deve seguire per costituire quel corpo, perché quel corpo, comunque sia, è necessario che si formi e si deve formare in quel determinato modo.


Un commento su “La nascita di un individuo: la vibrazione prima orienta lo sviluppo [IF53-4focus]”

Lascia un commento