La sessualità è uno dei modi per avvicinarsi al Tutto

Fratelli, sorelle, fra i grandi problemi che l’umanità ha nel suo intimo vi è il problema della sessualità. L’umanità intera sembra sempre essere posta davanti a questo aspetto della sua esistenza e sembra volerlo accettare o rifiutare in continuazione, come se la sessualità fosse la cosa più importante, la componente più importante dell’uomo.
Ma state attenti, fratelli, guardate bene, sorelle, queste spinte sessuali che sentite agire dentro di voi, sia che voi le accettiate, sia che voi le rifiutiate, esse non sono poi così importanti come appaiono, esse in realtà sono il germe, la base di ben altre cose che hanno una funzione più grande, un compito più elevato all’interno dell’uomo.
Perché la sessualità non può essere solamente limitata ad un istinto di procreazione, la sessualità non può voler dire soltanto un semplice rapporto carnale, sessualità è ben altro, fratelli, sessualità è una cosa ben diversa, sorelle, dal semplice accarezzarsi, baciarsi e fare all’amore; la sessualità è qualche cosa che coinvolge tutto l’essere di una persona, non soltanto a livello fisico, non soltanto a livello mentale, non soltanto a livello eterico, ma anche a livello spirituale, poiché se l’atto sessuale viene compiuto appoggiandosi all’Amore, esso diventa qualcosa di così vicino al Tutto che è difficile riuscire a separare chi ama da chi è amato.
Molte persone hanno paura dell’amore, fratelli, ancora più persone hanno paura della sessualità, sorelle, e quanti la rifiutano, quanti non l’accettano, quanti vivono la loro vita in funzione di essa o nel rimpianto di ciò che da essa non riescono a trarre, o rinnegando totalmente ciò che essa porta con sé.
Ma se l’uomo ha la sessualità, fratelli, se l’uomo ha questa possibilità, sorelle, com’è possibile pensare che questa possibilità sia una cosa negativa: l’uomo è fatto di tante componenti, miei cari, ed ognuna di queste componenti va accettata e compresa, va accettata e capita, perché soltanto allorché l’uomo riuscirà a trovare l’equilibrio stabile tra le sue varie componenti, soltanto allora non sarà più un individuo, ma sarà l’essere che abbraccia l’intero universo.
Fratelli, sorelle, la sessualità non è una cosa indegna, la sessualità non è una cosa da ricercare con foga, la sessualità è un modo come un altro per avvicinarsi al Tutto, non meno degno di una preghiera, non meno degno di una poesia, poiché ogni strada, qualunque essa sia, finisce sempre per condurre all’infinità del Tutto. Viola

Sia benedetta l’umiltà,
sia benedetta la sincerità,
sia benedetta la spontaneità,
sia benedetta la voglia di dare,
sia benedetta la semplicità,
sia benedetta la tenerezza,
la capacità di offrire un sorriso,
la capacità di sentire l’amore degli altri,
anche nei momenti in cui ci si sente soli e tristi.
Sia benedetta la forza che a volte si è capaci di trovare per reagire,
per combattere, per lottare, per sperare, per amare, per vincere,
non contro gli altri, ma contro il proprio egoismo.
Sia benedetta la capacità di sentire gli altri fratelli,
siano essi simpatici, poco simpatici, loquaci, silenziosi,
duri, dolci, teneri, scostanti, ricchi o senza quattrini.
Sia benedetto l’amore che ogni creatura riesce ad accomunare,
al di là dell’attimo, al di là del tempo, rendendo tutto veramente e fino infondo Uno. Moti

Fratello caro, sorella cara,
fate che le vostre vite e il vostro essere riescano a fluire dentro di voi con la tranquillità di un fiume che sa di poter trovare sempre il mare, in qualunque modo esso scorra.
Non rendete forzatamente agitate le acque del vostro fiume, ma lasciate che esse scorrano libere senza trovare ostacoli e dighe al loro fluire poiché solo così, fratello, solo così, sorella, riuscirete veramente a trovare l’immensità del mare che è celata dentro di voi e che voi andate cercando con così tanto periglio. Viola


Ti avviso quando esce un nuovo post.
Inserisci la tua mail:

 

12 commenti su “La sessualità è uno dei modi per avvicinarsi al Tutto

  1. Quante volte la sessualità, nella nostra cultura, si associa a qualcosa che non le appartiene. Quanto danno questo provoca e quanto limita la libera espressione di sé. Grazie per le parole di Viola e dei maestri.

  2. “Fratelli, sorelle, la sessualità non è una cosa indegna, la sessualità non è una cosa da ricercare con foga, la sessualità è un modo come un altro per avvicinarsi al Tutto, non meno degno di una preghiera, non meno degno di una poesia, poiché ogni strada, qualunque essa sia, finisce sempre per condurre all’infinità del Tutto.”
    Grazie!

  3. grazie per queste parole, risuonano profondamente. Bello percepire la sessualità in questa dimensione come “Infinità del Tutto “

  4. E per fortuna che in molti non si son fatti fregare completamente.
    P.s. rientrano anche le pippe? Lo chiedo per l’amico di un mio amico, beninteso

  5. Riconosco nella sessualità la possibilità data al libero fluire di sé, è forse arrivando a questo che mi avvicino al Tutto, perché anche io ne sono parte?

  6. La sessualità è uno degli elementi che possono aiutare l’individuo a entrare in comunione con gli altri esprimendo se stessi e, quindi, è uno dei molti fattori che possono aiutare a sentirsi non isolati ma facenti parte del Tutto.
    Ovviamente non è l’unica via o una via indispensabile da percorrere da parte dell’individuo: dipende dai suoi bisogni di comprensione e dal tipo di esperienza che ha la necessità di fare.
    Come sappiamo il corpo dell’incarnato è strutturato “su misura” per le esperienze che ha necessità di affrontare, così la maggiore o minore spinta sessuale dell’individuo è regolamentata dalla costituzione del suo corpo fisico (per esempio attraverso la più o meno intensa produzione ormonale) ma, anche, da quelle del suo corpo astrale (la gestione delle sensazioni, delle emozioni e dei desideri) in collaborazione col corpo mentale (una minore o maggiore capacità di elaborare fantasie anche di tipo sessuale).
    Come dico sempre il discorso è molto complesso e quanto detto può certamente risultare incompleto e certamente riduttivo (senza dimenticare che, in realtà, ogni individuo è un caso a sé difficilmente generalizzabile), ma spero di averti dato una sufficiente spiegazione!

Lascia un commento