Lo Yoga e le altre pratiche

D – Vorrei sapere se, secondo te, può essere utile per tutti praticare il Kriya* o altre tecniche yoga.

Ma guarda, cara, io direi che tutte le possibili teorie o pratiche che esistono all’interno della società umana possono essere utili per un individuo; non vi è qualche cosa di utile in assoluto per tutti.

Certamente se una persona sente che una particolare tecnica possa andar bene per aiutarla in determinati momenti, allora ben venga quella tecnica; l’individuo, se la sente, la può mettere in moto, può metterla in atto e può ricavarne dei benefici.

Letture per l’interiore (nuova versione 2021): ogni giorno, una lettura spirituale breve del Cerchio Ifior e del Cerchio Firenze 77, su Whatsapp e su Telegram.

Certamente che se il seguire una determinata teoria, o filosofia, o tecnica, comportamento e via dicendo, diviene – come sta divenendo ora nella vostra società – una questione di moda, quindi non una cosa sentita, allora è difficile che l’individuo possa ricavarne dei benefici.

Come tutte le azioni che l’individuo compie, bisogna dire che alla fin fine, perché le azioni possano avere un beneficio, bisogna che siano sentite, altrimenti non vi è mai una riflessione utile all’interno dell’intimo dell’individuo; non vi è quindi questo scambio, questo circolo di energie che porta a una crescita interiore, a una modifica e a un affinamento di tutti i suoi vari corpi in modo tale che possa arrivare a comprendere qualche cosa di più e allargare il suo campo di coscienza. Georgei

*Kriya Yoga, antica filosofia e tecnica orientale per il conseguimento della comunione con Dio, che viene detto sia stata insegnata in India da Sri Krsna 3100 anni prima dell’era cristiana, e divulgata in occidente da Paramahansa Yogananda.


4 commenti su “Lo Yoga e le altre pratiche”

  1. Penso siano utili se uno ha un fine
    Non tutti hanno uno scopo Nella vita…
    Ho imparato che l’equilibrio e’ fondamentale con qualsiasi strumento è ho imparato che è meglio non esagerare…in generale con le cose

    Rispondi
  2. Se di una cosa hai bisogno, se la sai riconoscere, ti capita.
    Così è stato per me. Molto utile una disciplina del Kung fu, appresa anni fa ed ora lasciata perché poi è arrivato altro.

    Rispondi
  3. Una pratica si rivela essere essenziale se si presenta come il frutto maturo di un processo che cresce nel profondo.
    Deve essere una esigenza interiore. Poi certo come per ogni cosa occorre stare attenti rispetto a ogni “assolutizzazione”.

    Rispondi

Lascia un commento